Migliorare le abilità dei ragazzi con autismo, una testimonianza

In questo video del 2008 si parla dei progressi di una ragazza con autismo che non parlava fino all’età di 5 anni. Storie come questa, da guardare sempre in modo critico, possono far riflettere sull’importanza di un intervento precoce e sui pregiudizi verso i ragazzi con autismo. Anche se un ragazzo non parla fino ad una certa età, non significa che non possa farlo. Capire come alcuni ce l’abbiano fatta può aiutare anche altre famiglie a cercare di usare le stesse strategie. A detta della madre di Chanell, è stato necessario un impegno quotidiano per farle dire la prima parola a 5 anni. Come ho detto prima, occorre sempre ascoltare in modo critico quello che vediamo in queste testimonianze, ma è certo che i ragazzi con opportune strategie possono fare grandi progressi.


Traduzione: Giovanni Gatto (la traduzione è una sintesi di quello che i protagonisti dicono, per motivi di spazio).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.